BIOGRAFIA

Giorgio Pozzi in arte Gioppo

Artista bolognese del 1982, fin dall’infanzia dedica molto tempo al disegno e alle storie, anche grazie al supporto di nonni sensibili all’arte figurativa e alla musica. In seguito all’adozione di un gatto, sviluppa grande empatia e rispetto per questi animali che avrà in casa fino all’età adulta.

foto-biografia-gioppo-estate

Durante l’adolescenza scopre la tecnologia e se ne appassiona, intuendone i punti di forza e il potenziale artistico.

Mentre si diploma al liceo scientifico e si iscrive alla facoltà di Fisica, coltiva, mescola e approfondisce le sue passioni al punto da trasformarle in un vero e proprio lavoro autonomo: consulente informatico e grafico per la stampa e per internet.
Per accrescere le proprie competenze in questi ambiti, passa a Scienze della Comunicazione e avvia un progetto personale chiamato Notte Inquieta, di cui le pitture digitali sono il primo pilastro e i soggetti più rappresentati sono i gatti.

Nel 2014 inaugura la prima mostra personale Visioni e Leggende in cui presenta al pubblico 23 opere realizzate in tecnica mista.
È un primo obiettivo raggiunto per la sua ricerca artistica iniziata come autodidatta, ma é soprattutto un punto di partenza per il lavoro che svilupperà nei tre anni successivi, dedicati allo studio e alla maturazione tecnica in diversi ambiti del progetto Notte Inquieta.

All’inizio del 2018, avvia una serie di collaborazioni, decide di uscire dal proprio laboratorio con nome d’arte Gioppo, pubblica opere inedite e partecipa a eventi e mostre con altri artisti del territorio.

Rendi cosciente l’inconscio, altrimenti sarà l’inconscio a guidare la tua vita e tu lo chiamerai destino.
(Carl Gustav Jung)